Cerca una news

06 marzo 2019

Advancing Trade sostiene la formazione in memoria di Marco e Alessandro

Finanziare la borsa di studio di un giovane studente per ricordare due colleghi scomparsi: questa l’idea di Marco Picecchi, Alumnus CLEFIN e Amministratore Delegato dell’azienda bergamasca.

“È iniziato tutto durante una riunione tra soci: era emersa, da un lato, la volontà di promuovere e sostenere iniziative di formazione e, dall’altro, quella di ricordare due cari colleghi. La borsa di studio ci ha permesso di unire le due cose.”

Marco Picecchi, Alumnus CLEFIN laureato nel 2007 e Amministratore Delegato di Advancing Trade racconta come è nata l’idea di sostenere un giovane studente in Bocconi e intitolare la borsa ai colleghi Marco Chignoli e Alessandro De Maldè, scomparsi prematuramente nel 2016.

“L’intitolazione della borsa di studio ci è sembrato il modo migliore per investire sulle nuove generazioni e trasmettere l’impegno che ha sempre caratterizzato il lavoro di Alessandro e Marco. È un segno tangibile della loro professionalità” prosegue Marco Picecchi. “Alessandro aveva studiato a Torino, mentre Marco non era laureato. Tuttavia abbiamo scelto Bocconi per il tipo di formazione che offre ai suoi studenti e per i suoi valori, molto vicini a quelli di Advancing Trade.”

La donazione di 15.000 €, effettuata nel 2017, è stata destinata al progetto Esoneri Parziali Biennio. Il progetto offre agli studenti meritevoli selezionati l’opportunità di beneficiare per tutto il percorso di studi di un esonero da tasse e contributi accademici del 60% sulla retta annuale.

L’assegnatario della borsa è Lorenzo Cadorin, classe 1996, iscritto al primo anno del MSc in Marketing Management: “Ho scelto Bocconi per la qualità della sua formazione, per il suo network e per Milano, che in Italia è la città dove accadono le cose.”

“Qui le persone mi sorprendono. I miei compagni di classe sono più brillanti di quanto mi aspettassi: tutti sono bravi in qualcosa e non c’è nessuno che voglia fare meno o che si tiri indietro. Sono tutti consapevoli dell’opportunità che hanno qui e vogliono farla fruttare” spiega Lorenzo. “Essere scelti e sostenuti da un’azienda è un onore e una responsabilità. Mi sento molto fortunato e mi emoziona sapere che presto potrò conoscere di persona i promotori dell’iniziativa.”

“Sono molto contento che questa iniziativa aiuti un giovane studente in Bocconi e sono ancora più contento che aiuti uno studente proveniente da un’altra città, come era capitato a me anni fa” conclude Marco Picecchi. “In Bocconi ho potuto crearmi una seconda famiglia fatta di compagni di corso e amici. Per un giovane studente fuori sede trovare un ambiente famigliare in cui fare squadra è fondamentale per vivere al meglio gli anni dell’università.”