Cerca una news

15 maggio 2018

Intercompany Challenge: quarta edizione al via

Torna l'Intercompany Challenge: presente dal 2015, la squadra di Bocconi Alumni Association si prepara alla quarta edizione del torneo interaziendale di Milano.

13 luglio 2015
Gli Alumni Bocconi, al loro debutto in una competizione ufficiale, si aggiudicano il terzo posto in un’accesa "finalina" contro Pirelli.
Per la cronaca, a sollevare il primo trofeo sarà poi ATM.

21 giugno 2016
Per i biancoazzurri il sogno della rivincita sfuma ai quarti di finale con la sconfitta per 2 a 3 contro Carrefour.
Sarà proprio Carrefour a sollevare poi la coppa, superando ai rigori ATM.

10 luglio 2017
Alla terza partecipazione al torneo gli Alumni vincono e convincono, fino ad arrivare - per la prima volta - in finale. Naufragano sotto il diluvio le speranze degli Alumni di conquistare il trofeo, che finisce nella bacheca di Decathlon.

Quarta edizione
L’Intercompany Milan Challenge, il torneo di calcio a 11 dedicato alle aziende di Milano torna anche quest’anno a infiammare i quartieri cittadini da metà maggio a metà luglio.

Divise in due gironi, sono otto le squadre che si contenderanno il titolo: Bosch, Carrefour, Decathlon, Esselunga, Pirelli, Randstad, Siemens e, ovviamente, gli Alumni.

Novità, conferme e ritorni
La formazione Bocconi si presenta rinnovata. Sono infatti molte le new entry che, entrando in rosa, andranno ad affiancare i "Senatori" delle tre edizioni passate.

In campo e fuori
I nostri calciatori hanno bisogno del sostegno di tutta la community. Consulta il calendario delle partite e vieni a tifare di persona. Tutte le informazioni su www.intercompanychallenge.it.

Pirelli vs Bocconi Alumni 1 a 5

Formazione: Quaranta; Scrofani, Pellegrini, Carbone; Mazzi, Nebuloni, Cassar Scalia, Raina, Di Nardo; Cisa, Cavanna.
A disposizione: Bergamin, Vitelli, Soda, Rossi, Fusco, Fornari. All. Santaniello.

Esordio convincente degli Alumni che battono Pirelli per 5 a 1 con le marcature di Cisa (doppietta), Nebuloni, Carbone e Raina.

Formazione di partenza per 10/11 composta dai reduci del 2° posto del 2017 in un inedito 3-5-2 schierato dal Team Manager e Temporary Coach Santaniello. Apre le marcature Nebuloni con un tiro dalla distanza e Cisa Raddoppia al 15' con gli Alumni che chiudono l'intervallo sul 2 a 0 e Quaranta tra i pali non pervenuto.

Il secondo tempo inizia invece in sofferenza e infatti Pirelli accorcia le distanze a seguito di una disattenzione difensiva. Il giusto shock per rimettersi in ordine e tornare in possesso del gioco con Cavanna e Di Nardo che inventano le giocate giuste per Cisa, che sigla la sua doppietta personale, assaporare un maiuscolo Scrofani al centro della difesa e vedere Carbone mettere al sicuro il risultato con un colpo di testa su corner. A centrocampo Fusco e Fornari non fanno rimpiangere Capitan Cassar Scalia e Raina sul finale corona al meglio il suo esordio con un tiro a giro su cui l'estremo difensore degli all blacks - oggi in tenuta gialla - non può niente.

Buona la prima, l'obiettivo è giocarne e vincerne altre cinque.

Bocconi Alumni vs Bosch 4 a 2

Formazione: Quaranta; Scrofani, Bergamin, Carbone; Mazzi, Di Nardo, Fusco, Fornari, Raina; Cavanna, Venditti.
A disposizione: Zambotti, Vitelli, Di Martino, Rossi, Perrini, Caprara, Costantini. All. Santaniello, Vice All. Rao.

Prima partita tra le mura amiche e altri tre punti per gli Alumni. Il 3-5-2 azzurro, orfano di Capitan Cassar Scalia (con passaggio di fascia al "senatore" Scrofani), non si fa abbattere dalla pioggia incessante e parte forte con la coppia Venditti Jr. e Cavanna davanti, supportati da Raina e un denso centrocampo.

Nonostante il maggior possesso palla e la sensazione di aver in pugno il match fin dall'inizio, gli Alumni si ritrovano in svantaggio a causa di una brutta indecisione difensiva e riescono a pareggiare solo sul finale di primo tempo con un rocambolesco tap-in di Venditti, a seguito di una rete annullata per fuorigioco e almeno un paio di nitide occasioni fallite.

Nella ripresa gli Alumni creano tanto movimento con il solito Fornari e gli esordi stagionali di Zambotti e Costantini ma non riescono a essere incisivi. Dopo il danno, la beffa: gol annullato agli azzurri a causa di un ingenuo tocco in fuorigioco sulla linea di porta ed eurogol di Bosch con tiro dai 35 metri e vantaggio della squadra ospite a 10' dalla fine.

Sembra finita, invece è solo l'inizio. La regia di Fusco valorizza l'ingresso di Rossi e gli spostamenti di Di Nardo e Mazzi ridanno brio agli azzurri che prima pareggiano con Cavanna, a segno dopo tre tentativi falliti, poi passano in vantaggio con Raina e infine chiudono i giochi con lo stesso Rossi.

Appuntamento tra sette giorni per confermare il primo posto nel girone.

Bocconi Alumni vs Esselunga 2 a 3

Formazione: Quaranta; Scrofani, Pellegrini, Carbone; Venditti A., Nebuloni, Fusco, Cassar Scalia (Cap), Di Nardo; Fornari, Cisa.
A disposizione: Calafiore, Soda, Venditti P., Caprara. All. Santaniello, Vice All. Rao.

Ci si gioca la testa del girone B al Piccolo Stadio Scarioni, dove il 3-5-2 bocconiano affronta i bianchi di Esselunga. La new entry del circuito Intercompany Challenge si rivela fin da subito un osso duro e, nonostante le solite nitide occasioni da gol ed una percentuale di possesso superiore al 60%, il Team Bocconi non riesce a sbloccare il risultato ed al 20' va sotto dopo una bella incursione dell'ala destra ospite. Il copione non cambia: belle ripartenze, Di Nardo fa il bello ed il cattivo tempo sulla sinistra, Cassar Scalia e Nebuloni dettano i ritmi a centrocampo supportati da Fusco, Fornari e Cisa non riescono ad essere incisivi. Gol sbagliato gol subito: palo Bocconi su tiro dal limite di Nebuloni e ripartenza Esselunga. E' 2 a 0 per gli ospiti e la partita sembra finita.

Il nubifragio dell'intervallo e la momentanea sospensione di gioco fanno pensare ad un rinvio del match, ma sorpresa si riprende. Nei primi 5 minuti è Quaranta a fare tutto: scongiura il 3 a 0 con un miracolo in presa bassa e poi si fa espellere a causa di un tocco di mano fuori dall'area. Fusco mette i guanti ed inizia una prestazione sicura da difensore aggiunto. Gli Alumni però vanno ancora sotto: 3 a 0 al limite del fuorigioco e sembra tutto finito. Nel momento più buio del torneo, i nostri ragazzi ritrovano uno spirito di squadra finora mai espresso: pressing alto, grinta su ogni contrasto e veloci ripartenze.

La partita si innervosisce ed Esselunga è in chiara difficoltà: Bocconi ritorna padrona del campo ed accorcia con un tocco al volo di Pellegrini su azione di angolo. I bianchi restano in 10 per un brutto fallo da dietro su Di Nardo ristabilendo la parità numerica a 7' dal termine. Assedio Bocconi premiato da un rigore trasformato da Venditti Jr e finale sotto il diluvio al cardiopalma. Bocconi attacca ed Esselunga resiste, ultima chance su calcio d'angolo con Carbone che a porta spalancata manca il bersaglio di testa.

Un secondo tempo come quello visto meritava almeno un punto come premio per la nostra formazione, che si ritrova così a chiudere il girone B al secondo posto in attesa di disputare i quarti di finale a metà giugno contro Randstad o Siemens.

Bocconi Alumni vs Randstad 3 a 2

Formazione: Giulini; Bergamin, Scrofani, Pellegrini; Mazzi, Cassar Scalia, Zambotti, Carbone, Fornari; Cisa, Fusco.
A disp. Caprara, Rossi, Nebuloni, Calafiore, Venditti, Vitelli. All. Santaniello, Vice All. Rao.

Primo dentro o fuori per gli Alumni al Cimiano contro la temibile Randstad, mina vagante del girone A, in un quarto di finale in bilico fino alla fine. Avvio perfetto per l'11 azzurro, oggi in maglia "pellicana" arancione che dopo soli 10 minuti si porta in vantaggio con Fornari di testa su assist di Fusco e al 20' sembra mettere in cassaforte la qualificazione con un capolavoro di Cassar Scalia. Il capitano vince un contrasto, si porta il pallone con l'esterno sul destro e in un istante fa partire un bolide dai 35 metri che va a finire dritto sotto la traversa.

Qualche azione al limite del regolamento da entrambe le parti, sulla sinistra Carbone si sacrifica per bloccare le incursioni dell'ala avversaria e quando tutti aspettano solo il doppio fischio di interruzione la partita ritorna in bilico: bel fraseggio Randstad con gli attaccanti azzurri che anticipano sia Pellegrini che Scrofani e Bergamin costretto ad atterrare la punta ospite in area; rigore e distanze accorciate.

Nella ripresa gli Alumni sembrano soffrire le dimensioni del terreno di gioco e Randstad ha più fiato; Cisa fraseggia con i neo entrati Venditti e Castellani e proprio quest'ultimo mette il timbro all'esordio. Verticalizzazione di Zambotti, cabina di regia della giornata, ed il giovane attaccante supera in velocità l'estremo difensore Randstad depositando la palla in rete a porta vuota. Qualche occasione ancora per i nostri che però non riescono a chiudere: goal sbagliato goal subito.

Bergamin si infortuna ed esce per un ottimo Vitelli, la difesa passa a quattro e gli ultimi 10 minuti sono da incubo. Randstad padrona del campo conclude dalla distanza in diverse occasioni ma Giulini si fa trovare pronto; laddove non riesce lui, mettono una pezza Pellegrini e Scrofani, finalmente tornato "grande". L'ingresso di Nebuloni non sveglia gli Alumni e Randstad accorcia su calcio d'angolo. Nel finale la dea bendata fa il resto mandando sulla traversa un bellissimo calcio da fermo degli ospiti. Alumni ancora una volta tra le fantastiche 4 di Intercompany Challange 2018.

Finale 3° posto
Bocconi Alumni vs Siemens 1 a 0

Formazione Quaranta; Scrofani, Carbone, Poli; Fusco, Cassar Scalia (C), Nebuloni, Zambotti, Venditti A. ; Cisa, Perrini.
A disp. Vitelli, Venditti P, Rao. All. Santaniello.

Semifinale
Bocconi Alumni vs Decathlon 1 a 4 

Formazione: Giulini; Pellegrini, Scrofani, Carbone, Mazzi; Fusco, Fornari, Di Nardo; Cisa, Cavanna, Castellani.
A disp. Quaranta, Vitelli, Venditti A, Venditti P, Cassar Scalia. All. Santaniello, Vice All. Rao.

Lungo weekend per gli azzurri bocconiani che prima vedono svanire i sogni di gloria contro Decathlon poi ripagano una bella ed entusiasmante stagione concludendo sul podio la quarta edizione di Intercompany Challenge nella cornice dello Stadio Breda contro la rivelazione Siemens.

La partita del venerdì contro Decathlon segue il copione di questa stagione, tanto possesso, bel gioco a lunghi tratti ma poca concretezza. In un primo tempo giocato a ritmi altissimi solamente un rigore sul finale manda sotto gli Alumni. Nella ripresa i nostri ragazzi si sbilanciano in avanti e ne prendono altri 3 in contropiede onorando il campo fino all'ultimo istante e siglando il gol della bandiera con Venditti Jr.

La finalina contro Siemens sembra ancora più stregata con gli azzurri che passano in vantaggio al 10' con un colpo da biliardo di Venditti Sr. e sfiorano un possesso palla al 75%. Il 3-5-2 di Santaniello crea tanto ma spreca ancora di piu: il prof. Perrini colpisce un legno di testa, Nebuloni in gran spolvero la traversa dai 30 metri, Venditti Jr il palo interno a tu per tu col portiere mentre Cisa, giocoliere di serata, non riesce a chiudere il match. Gol sbagliati e quasi gol subito con Quaranta che sul finale regala la medaglia di bronzo ai compagni di squadra.

Stagione che si chiude quindi nel migliore dei modi con il terzo trofeo in 4 anni ma soprattutto il consolidamento di un gruppo straordinario di Alumni (degli ultimi 30 anni) accomunati dalla passione per il calcio all'insegna del fair play.